Home page | Accesso alla formazione | Area riservata
Torna a corsi
HEC-RAS Base: Modellazione idraulica a fondo fisso e mobile, nel campo monodimensionale del moto
   
 
Lingua
Luogo Agripolis, Legnaro (PD), Laboratorio di Cartografia (aula 24), edificio Pentagono
Tempistica 3 giornate Full immersion da 8 ore
Iscrizione Calendario delle sessioni
Descrizione
Il corso introduce all’utilizzo del modello matematico HEC - RAS (Hydrologic Engineering Center - River Analysis System) sviluppato da United States Army Corps of Engineers (USACE), uno dei più noti e completi strumenti di analisi dei processi idraulici applicabile ai sistemi naturali e alle reti di canali artificiali. Ai partecipanti saranno forniti i principali concetti teorici alla base dell’analisi idraulica a moto permanente e vario, includendo le dinamiche a fondo fisso e mobile.
Successivamente, i partecipanti saranno accompagnati nello sviluppo pratico di un modello matematico applicato allo studio di un caso reale, con esecuzione delle simulazioni nelle diverse ipotesi (moto vario a fondo fisso e mobile), visualizzazione, esportazione e interpretazione dei risultati.
Il corso è limitato alle analisi nell’ipotesi monodimensionale del campo di moto ed è consigliato per tutti coloro interessati alla partecipazione al successivo corso avanzato mirato alle simulazioni nel campo bidimensionale del moto.
Modalità di Partecipazione
I partecipanti saranno ammessi al corso sulla base della data di compilazione della procedura di iscrizione. La partecipazione, comprensiva del materiale didattico, prevede il pagamento di una quota di iscrizione di 430,00 €. Per neolaureati, studenti e personale dell’Università degli Studi di Padova la quota di iscrizione è pari a 360,00 €.
E' rivolto a
Ingegneri civili/ambientali, liberi professionisti, dipendenti di società private o appartenenti ad enti pubblici che operano nel settore della pianificazione del territorio e della difesa contro il dissesto idrogeologico.

Crediti formativi Professionali
Il corso consente di ottenere dai rispettivi ordini Crediti Formativi Professionali nella misura di:

  • 24 CFP per i Geologi
  • 24 CFP per i Chimici
Metodologia di svolgimento
  • Prima giornata, ore 9:00-13:00, 14:00-18:00;
  • Seconda Giornata, ore 9:00-13:00, 14:00-18:00;
  • Terza Giornata, ore 9:00-13:00, 14:00-18:00.
  • Conoscenze richieste
    Ai partecipanti non è richiesta alcuna conoscenza di questo o di altri modelli matematici in particolare. E’ tuttavia consigliato a coloro già in possesso degli elementi dell’idraulica di base applicata allo studio di canali aperti.
    Altre informazioni
    Programma di massima del corso:
    PRIMA GIORNATA
    Mattina
  • Introduzione al modello HEC-RAS e richiamo dei fondamentali concetti dell’idraulica nei canali
  • Struttura di un progetto e strumenti di editing dell’informazione geometrica
  • Numerazione, posizionamento e schematizzazione concettuale di una sezione di flusso
  • Pomeriggio
  • Integrazione dei profili idraulici in regime stazionario
  • Condizioni al contorno esterne
  • Simulazioni in regime di moto stazionario
  • Visualizzazione, interpretazione ed esportazione dei risultati
  • Reti di drenaggio ramificate.

  • SECONDA GIORNATA
    Mattina
  • Richiami di foronomia idraulica e principio della conservazione della quantità di moto
  • Inserimento delle strutture di regolazione idraulica a soglia fissa e dispositivi di regolazione mobili
  • Condizioni al contorno interne
  • Effetti idraulici dovuti alla presenza di ponti
  • Pomeriggio
  • Il regime di moto vario: richiami teorici, equazioni di De Saint Venant e schemi di integrazione numerica
  • Problemi di instabilità numerica e loro risoluzione
  • Condizioni al contorno e iniziali per le simulazioni in moto vario.

  • TERZA GIORNATA
    Mattina
  • Il trasporto solido: concetti teorici, formule per il calcolo della capacità di trasporto disponibili in HEC RAS
  • Distribuzione granulometrica del sedimento e calcolo della portata solida in regime stazionario
  • Pomeriggio
  • Modelli a fondo mobile ed equazione di evoluzione del fondo
  • Delimitazione dell’alveo attivo
  • Condizioni al contorno in regime di moto quasi-vario e simulazione delle dinamiche di erosione e deposizione.

  • Docente del corso: Ing. Alberto Boccato
       
      Argomenti disponibili Docente  
       
      Materiali informativi  
      Locandina del corso del 11, 12, 13 gennaio 2017